I migliori servizi VPN Linux da provare nel 2021

Alcuni software spesso non sono supportati dai sistemi Ubuntu, Fedora, OpenSUSE, Kali e Mint e i servizi VPN nella maggior parte dei casi non sono diversi. Siamo onesti: gli utenti Linux sono in fondo all’elenco delle priorità per la maggior parte delle aziende e degli sviluppatori. Ecco perché abbiamo deciso di trovare i migliori provider VPN che si sono presi il tempo di dedicare un po’ di attenzione anche ai fan di Linux.

Le persone in generale utilizzano le VPN per accedere a contenuti di intrattenimento sia sui propri PC/laptop che sui dispositivi mobili. Oltre la metà degli intervistati dal Global Web Index in tutto il Mondo durante il primo trimestre del 2018 avevano utilizzato una VPN per scopi di intrattenimento. Al di fuori dell’intrattenimento, il secondo motivo più diffuso per utilizzare una VPN su un dispositivo mobile è l’accesso ai social network o ai servizi di notizie. Per gli utenti VPN da PC o laptop, il secondo motivo è, invece, mantenere l’anonimato durante la navigazione sul Web.

All’interno di questo articolo scopriamo quali sono i migliori servizi VPN per utenti Linux, perchè è importante utilizzarle e quali sono i servizi assolutamente da evitare.

Cosa rende ottima una VPN per Linux?

Il nostro elenco delle migliori VPN per Linux si basa sui seguenti criteri:

  • È disponibile un’app Linux, quindi è richiesta poca o nessuna configurazione manuale da parte dell’utente
  • Velocità elevate
  • Forte sicurezza online
  • Nessun registro delle attività o registro degli indirizzi IP
  • Permette di sbloccare siti web, app e servizi di streaming geo-bloccati

Una VPN crittografa tutto il traffico Internet di un dispositivo e lo instrada attraverso un server intermedio situato in una posizione geografica a scelta dell’utente. Questo comporta molti vantaggi: una maggiore protezione della privacy online, una migliore sicurezza quando si è connessi ad un servizio di Wi-Fi pubblico e possibilità di sbloccare siti, app e servizi geo-bloccati.

Le 7 migliori Linux VPN tra cui scegliere

Ecco l’elenco delle migliori VPN per Linux, che includono un’app Linux dedicata, attualmente presenti sul mercato.

ExpressVPN

expressvpn it homepage

ExpressVPN è una VPN molto apprezzata dagli utenti Linux grazie a un’app dedicata, velocità elevate e una sicurezza eccezionale.

L’applicazione per Linux di Express VPN funziona utilizzando un’interfaccia a riga di comando anziché la GUI desktop disponibile su Windows e Mac, ma è comunque molto più semplice rispetto a scaricare e gestire i file di configurazione per ciascun server manualmente. L’elenco dei server è sempre aggiornato e gli utenti possono facilmente passare da UDP a TCP tramite il protocollo OpenVPN. ExpressVPN costa un po’ di più rispetto agli altri competitor, ma offre una garanzia di rimborso di 30 giorni e velocità di connessione molto più elevate. ExpressVPN funziona su Ubuntu, Debian, Fedora, Kali e CentOS.

ExpressVPN, inoltre, funziona perfettamente per sbloccare diversi contenuti, inclusi Netflix, Hulu, BBC iPlayer e HBO.

Il sito web di ExpressVPN

NordVPN

nordvpn it homepage

NordVPN ha anch’essa un’app per Linux da riga di comando, è economica e funziona benissimo per lo streaming.

L’app include, inoltre, la possibilità di fare kill switch automatico, un blocco degli annunci e un filtro anti-malware.

NordVPN consente fino a 6 connessioni simultanee, ha una politica di zero log e server specializzati per streaming, P2P e un’efficiente sicurezza. Può sbloccare i contenuti geo-bloccati su siti e app come Netflix, Hulu e BBC iPlayer.

Il sito web di NordVPN

CyberGhost

cyberghost it homepage

CyberGhost ha recentemente lanciato un’app da riga di comando per utenti Linux che semplifica la configurazione e la connessione. Funziona con Ubuntu 19.04, 18.04, 16.04 e Fedora 29 e 30.

Come per gli altri provider VPN, l’app di CyberGhost da riga di comando non ha un’interfaccia grafica. Puoi scegliere come desideri utilizzare la VPN, ad esempio per il torrenting o lo streaming, nonché la posizione del server.

CyberGhost utilizza il protocollo OpenVPN. Gestisce più di 5.900 server in oltre 89 Paesi. Le velocità di connessione sono buone e le connessioni sono affidabili. Puoi connettere fino a 7 dispositivi alla volta.

Il sito web di CyberGhost

PIA (Private Internet Access)

pia it 1

PIA (Private Internet Access) è anch’essa una scelta popolare. Insieme a tutte le funzionalità di base (come il supporto P2P, nessuna registrazione, ecc.), il servizio consente anche di bloccare pubblicità e tracker. È presente, inoltre, un’apposita app Linux per gestirla comodamente.

È interessante notare che, a differenza di altri servizi VPN, è possibile utilizzare 10 connessioni simultanee. Se opterai per un abbonamento annuale, sarà anche un’alternativa più economica rispetto agli altri servizi.

Il sito web di PIA

VyprVPN

vyprvpn banner

VyprVPN ti consentirà di connetterti a uno dei suoi server situati in oltre 70 località. Nasconderà il tuo indirizzo IP e la tua posizione mantenendo così tutto il tuo traffico Internet completamente anonimo e privato. Puoi anche accedere a tutti i siti Web, anche quelli bloccati nella tua posizione geografica.

VyprVPN proteggerà il tuo dispositivo Linux anche mentre stai utilizzando una rete WiFi pubblica non protetta. Le reti Wi-Fi pubbliche non protette non sono sicure come le reti private poiché non sai chi le ha configurate. VyprVPN, però, manterrà i tuoi dati al sicuro e crittograferà la tua connessione Internet.

EN: Recensione di VyprVPN

Windscribe

windscribe it banner

Windscribe è un potente servizio VPN gratuito per Linux. Offre versioni compatibili per varie distribuzioni Linux più diffuse, tra cui Debian, Fedora 22+ e CentOS 6+. Questa VPN è anche il miglior servizio VPN gratuito per Ubuntu. Gli utenti possono accedere a 10 server nella versione gratuita, utilizzando la crittografia a 256 bit per proteggere i dati dell’utente.

Windscribe ha anche una politica sulla privacy abbastanza forte dal punto di vista dell’utente. Sebbene conservi i registri di alcune informazioni relative all’account utente, nessuna di esse può essere associata a un utente specifico e la tua privacy sarà quindi al sicuro.

È abbastanza soddisfacente per essere un servizio gratuito sul fronte della velocità ed è effettivamente compatibile con i torrent. Lo svantaggio è che ha un limite di dati di 10 GB/mese. Pertanto, sebbene funzioni con Netflix negli Stati Uniti, non sarai in grado di eseguire lo streaming per più di 5 ore al massimo senza che i dati si esauriscano.

Hotshot Shield

hotspot shield it

Hotspot Shield si basa sul suo protocollo personalizzato Catapult Hydra VPN proprietario, che lo ha aiutato a vincere il premio per il servizio VPN più veloce di Ookla nel 2019 ed il servizio è effettivamente uno dei migliori come velocità.

Nonostante tu possa utilizzare Hotspot tramite il suo client VPN Linux basato su CLI, tieni presente che non sarai in grado di utilizzare molte delle funzionalità interessanti come il tunneling diviso.

Quali VPN per sistemi Linux dovresti evitare?

Tutti i servizi a pagamento sopra elencati adottano politiche di zero-log, il che significa che non monitorano o registrano le attività di utilizzo della VPN. Un hacker, quindi, non potrà violare i server del provider e trovare informazioni sulla tua attività online.

Con le VPN gratuite, la realtà è spesso molto diversa: un’azienda non sprecherà denaro per ospitare e mantenere un server VPN senza aspettarsi di ottenere qualcosa in cambio. Ecco perché è molto importante leggere le politiche di privacy e registrazione di un’azienda prima di connettersi.

Inoltre, stai lontano dai servizi VPN che offrono solo una connessione PPTP. PPTP, infatti, è veloce e semplice da configurare, ma contiene diverse vulnerabilità di sicurezza.

Come installare una VPN su Linux?

Installare una VPN su un sistema Linux è davvero molto semplice, in modo particolare se utilizzi un servizio che offre un’applicazione per la gestione.

Ecco la procedura da seguire per installare ExpressVPN su Linux:

  1. Vai alla pagina di configurazione ExpressVPN. Se richiesto, inserisci le credenziali ExpressVPN e clicca su Accedi.
  2. Inserisci il codice di verifica inviato al tuo indirizzo email.
  3. A destra, seleziona il tuo sistema operativo Linux.
  4. Clicca su Download.
  5. Seleziona Salva file. Clicca su OK. (Tieni aperta la finestra del browser. Avrai bisogno del codice di attivazione per l’installazione in un secondo momento.)
  6. Vai alla cartella Download. Dopo aver individuato il file di installazione scaricato in precedenza, cliccaci sopra con il tasto destro del mouse. Clicca su Apri con altre applicazioni & Installazione software &Seleziona.
  7. Clicca su Installa.
  8. Inserisci la tua password, poi clicca su Autentica.
  9. L’installazione inizierà immediatamente.
  10. Al termine dell’installazione, vai sul Terminale.
  11. Nella finestra del Terminale, esegui questo comando: ExpressVPN.
  12. Apri un nuovo Terminale. Esegui questo comando: ExpressVPN activate.
  13. Incolla il codice di attivazione trovato precedentemente. Ricorda che il codice non verrà visualizzato sullo schermo. Premi Invio.
  14. Puoi aiutarci a migliorare ExpressVPN condividendo informazioni di diagnostica anonime. Digita Y per accettare o n per rifiutare.

La procedura indicata è quella prevista per l’installazione della VPN per Linux di ExpressVPN, ma troverai che anche quella degli altri provider è davvero molto simile.

FAQs

La VPN è sicura da usare su Linux?

Una VPN è un ottimo passo per proteggere il tuo sistema Linux, ma avrai bisogno di qualcosa in più per una protezione completa. Come tutti i sistemi operativi, Linux ha le sue vulnerabilità e gli hacker che vogliono sfruttarle. Ecco alcuni altri strumenti che consigliamo agli utenti Linux:

  • Programma antivirus
  • Software anti-rootkit
  • Tripwire
  • Firewall
  • Estensioni del browser incentrate sulla sicurezza
 
La VPN scarica la batteria su Linux?
La mia VPN Linux funzionerà con gli altri miei dispositivi?
Come utilizzare una VPN su un sistema Linux?
Come ottenere la migliore VPN per Linux?
Posso usare una VPN su Linux per usare i torrent in modo sicuro?
Posso usare una VPN su Linux per sbloccare i siti di streaming?
Quale crittografia VPN dovrei usare con Linux?

Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *