Torrenting: è obbligatorio utilizzare una VPN?

Attraverso l’utilizzo di VPN, usufruendo di una rete internet, è possibile ottenere un collegamento remoto alla rete Internet in totale sicurezza. Oggi come oggi è facile trovare delle VPN con un altro grado di sicurezza, che tende ad arrivare persino fino a livello militare. Tutto questo accade grazie anche ai protocolli P2P e alla crittografia AES a 256 bit che vengono messi a disposizione dai provider. Per chi non lo sapesse i file torrent sono dei file prettamente multimediali. Possono essere file di tipo audio, video o addirittura giochi. La maggior parte di loro sono senza adware e spyware o altre tipi di alterazioni e vengono messi a disposizione in alta qualità. Un buon modo per poter fare questa operazione in modo sicuro è scaricare torrent con VPN. Le Virtual Private Network  aiutano molto con il torrenting, perché chi produce canzoni o film è consapevole delle attività che vengono svolte di torrent. Infatti, le attività di torrenting sono sempre sotto controllo tramite il check degli indirizzi IP che stanno scaricando determinati tipi di file. Una VPN ci aiuta a nascondere il nostro indirizzo IP grazie al fatto che ci viene fornito un altro indirizzo IP (ad esempio negli Stati Uniti), e in questo modo ci proteggeremo sempre nel modo più completo possibile. Inoltre, viene impiegata quasi sempre una crittografia di livello militare. Usare una VPN ci permette di connetterci attraverso un server di un altra nazione in modo da non mettere in bella vista i nostri dati personali, come posizione, indirizzo IP ecc… e ci permette di scaricare torrent in totale sicurezza.

Articoli correlati per gli utenti fuori dall’Italia:

EN: https://en.vpnwelt.com/vpn-for-torrent/

FR: https://fr.vpnwelt.com/vpn-pour-torrent/

DE: https://vpnwelt.com/vpn-torrent/

Che cos’è una VPN?

VPN sta per rete privata virtuale. Una VPN viene utilizzata per mantenere la tua privacy durante la navigazione sul web. Per illustrare come funziona una rete privata virtuale, immagina un tunnel. Da un lato del tunnel ci sei tu e dall’altro lato del tunnel un server. Quando cerchi qualcosa su Internet utilizzando una VPN, viaggi attraverso il tunnel sicuro fino al server dall’altra parte, recuperi i dati che stavi cercando e li riporti sul tuo dispositivo senza che nessuno possa intercettare l’esecuzione della tua attività. Ciò ti fornisce una maggiore privacy dal tuo provider di servizi Internet (ISP) e dagli hacker che altrimenti sarebbero in grado di tracciare i tuoi movimenti su Internet.

Ma perché è necessario utilizzare una VPN per mantenere private le ricerche? Il tuo computer possiede un indirizzo IP univoco, simile alle tue impronte digitali. Il tuo indirizzo IP può essere ricondotto a te e mostrare ad occhi indiscreti tutto ciò che hai effettuato sul web. Tuttavia, una VPN funge da scudo per la privacy e copre la tua impronta digitale come un paio di guanti, in modo che gli hacker non possano rubare le tue informazioni o, peggio ancora, la tua identità. Ma non ti devi preoccupare solo degli hacker. Nel mondo moderno di oggi, anche il tuo ISP può registrare e vendere i tuoi dati agli inserzionisti. Per molti, la decisione di utilizzare una VPN consente loro di controllare la propria privacy.

Mentre, tradizionalmente, le aziende utilizzano una connessione VPN per proteggere i dati online, recentemente c’è stato un aumento dei servizi VPN per uso personale. Gli esempi includono l’utilizzo di una VPN per accedere a contenuti con restrizioni geografiche sui servizi di streaming, per aggirare i filtri sulle reti Wi-Fi pubbliche e per proteggere i dati quando si accede a siti Web finanziari.

Puoi utilizzare una VPN sul tuo laptop, dispositivo mobile, tablet, smart TV o router. Su uno qualsiasi di questi dispositivi, l’utilizzo di una VPN può aiutarti a rimanere più anonimo nascondendo la tua posizione online e può fornire una maggiore sicurezza quando ti connetti ad un Wi-Fi pubblico.

Per creare questa connessione sicura, utilizzi un tipo di software sul tuo computer chiamato client VPN, che connette il tuo computer a un server VPN in un’altra posizione geografica. Tutto il traffico tra il tuo computer e il server verrà crittografato, impedendo ad altri di vedere i dati che stai condividendo online.

Cosa fa una VPN?

Una VPN nasconde la tua attività su Internet agli altri e può far sembrare che la tua posizione si trovi in ​​una città o un paese diverso. È importante capire che una VPN promuove la privacy, non la protezione. Una rete privata virtuale è progettata per aiutare a promuovere l’anonimato sul web. Ti fornisce un certo grado di privacy crittografando le tue informazioni in modo che i tuoi dati non siano disponibili per gli inserzionisti o per coloro con intenzioni malevole, come i ladri di identità. Ma, a meno che non sia abbinato a un buon software antivirus, il tuo computer sarà ancora un possibile bersaglio di malware e virus.

Le aziende utilizzano una VPN per proteggere le informazioni quando un dipendente deve connettersi al database dell’azienda mentre lavora a casa o quando è in viaggio. Questo tipo di servizio VPN fa sembrare che il tuo computer sia sulla stessa rete dei server dell’azienda e fornisce l’accesso ad applicazioni e dati proprio come se ti trovassi in ufficio.

Molti utenti personali si affidano a un servizio VPN per sicurezza o privacy. La stessa crittografia che mantiene al sicuro le informazioni aziendali può aiutare a mantenere la tua navigazione al sicuro quando sei a casa o utilizzi reti pubbliche. Questo servizio può anche nascondere il tuo indirizzo IP dai siti web e mantenere segreto ciò che stai facendo online dal tuo provider di servizi Internet.

Una VPN può anche far sembrare che ti trovi in ​​un’altra posizione. Questo è chiamato geo-spoofing e viene spesso eseguito per accedere a una libreria di servizi di streaming disponibile solo in una regione o in un paese specifico. Ad esempio, potresti far sembrare che ti trovi in ​​un paese diverso per vedere in streaming uno sport che normalmente non è disponibile per te a causa di un blocco geografico. Per falsificare la tua posizione, dovrai connetterti a un server VPN nell’area da cui desideri eseguire lo streaming. Devi comunque avere un abbonamento al servizio di streaming stesso e controllare i termini di servizio. Pertanto, è importante ricercare dove un provider VPN possiede server per assicurarsi che possano soddisfare le tue esigenze.

Puoi anche utilizzare una rete privata virtuale per aggirare i filtri di contenuto che alcune scuole, aziende o governi mettono in atto per bloccare siti web specifici. Potrebbe anche velocizzare parte della navigazione e dello streaming di Internet. Questo perché alcuni provider Internet limitano (o rallentano) il traffico verso servizi o specifici siti web. La limitazione della velocità di Internet è particolarmente comune per coloro che utilizzano applicazioni torrent per i download peer-to-peer (P2P). Una VPN può essere molto utile in questa situazione perché nasconde questo traffico al tuo ISP, che altrimenti potrebbe rallentare il tuo traffico se rileva che stai utilizzando molta larghezza di banda mentre condividi legalmente file di grandi dimensioni.

Come funziona una VPN?

Una VPN funziona crittografando le tue informazioni e inviandole attraverso un tunnel sicuro a un server VPN e viceversa. Immagina questo processo come se stessi utilizzando il sistema di tubi pneumatici per incassare un assegno in banca. Da parte tua, hai informazioni sensibili che non vorresti condividere con nessuno. Metti le tue informazioni bancarie all’interno del corriere e nel tubo pneumatico, dove sono al sicuro mentre vengono trasportate al banchiere, che restituisce in sicurezza le tue informazioni sensibili e la valuta.

Una VPN funziona in modo simile a questo processo. Sul tuo dispositivo, inserisci una richiesta in un motore di ricerca. La VPN utilizza un protocollo VPN per crittografare i tuoi dati (posizionandoli nel vettore) e inviandoli attraverso un tunnel sicuro (il tubo pneumatico) a un server VPN (il banchiere). Il server decodifica le informazioni e recupera la risposta alla tua richiesta di ricerca dal sito web desiderato (la valuta desiderata). Il server quindi crittografa i dati recuperati e te li restituisce attraverso il tunnel per la decrittografia da parte tua. Durante questo processo, le tue informazioni sono mantenute private e inaccessibili a chiunque sia al di fuori del sistema di tunnel.

Quando il server VPN comunica la tua richiesta al sito web che stai cercando di raggiungere, il sito web vede l’indirizzo IP del server VPN anziché il tuo. Il tuo indirizzo IP e tutte le informazioni identificative ad esso collegate, come la tua posizione geografica e la cronologia di navigazione, sono mantenute private durante l’intero processo.

Tuttavia, una VPN funziona solo se è abilitata correttamente sul tuo dispositivo. Pertanto, è importante capire come ottenere e configurare una VPN su tutti i tuoi dispositivi, inclusi smart TV, console di gioco, dispositivi di streaming multimediale, frigoriferi intelligenti e qualsiasi cosa con una connessione Wi-Fi.

A cosa servono le VPN?

Le VPN vengono utilizzate per la privacy virtuale sia dai normali utenti di Internet che dalle organizzazioni. Le organizzazioni possono utilizzare le VPN per assicurarsi che gli utenti esterni che accedono al loro data center siano autorizzati e utilizzino canali crittografati.

Le VPN possono essere utilizzate anche per connettersi a un database della stessa organizzazione che si trova in un’area diversa. Le VPN possono, inoltre, essere utilizzate per fornire ai dipendenti remoti, ai lavoratori freelance della gig economy e ai viaggiatori d’affari l’accesso ad applicazioni software ospitate su reti proprietarie.

Per accedere a una risorsa limitata tramite una VPN, l’utente deve essere autorizzato a utilizzare la rete privata virtuale e fornire uno o più fattori di autenticazione. Possono essere password, token di sicurezza o dati biometrici.

Durante la navigazione sul Web, un utente di Internet potrebbe avere accesso alle informazioni da parte di un utente malintenzionato, comprese le abitudini di navigazione o l’indirizzo IP. Se la privacy è un problema, una VPN può fornire agli utenti la massima tranquillità. La crittografia, l’anonimato e la capacità di aggirare i contenuti geograficamente bloccati sono ciò che la maggior parte degli utenti trova prezioso in una VPN.

La possibilità di aggirare i contenuti bloccati da un altro paese, ad esempio, potrebbe essere estremamente utile per i giornalisti. Ad esempio, se è probabile che un paese blocchi i contenuti Internet da entità straniere, i giornalisti potrebbero utilizzare una VPN per sembrare che si trovino all’interno di quel determinato paese.

Come scegliere una VPN?

Le VPN sono legali in Italia, ma gli utenti e le organizzazioni dovrebbero verificare se sono legali in determinati paesi.

Molte VPN offrono tecnologie estremamente simili, quindi può essere difficile scegliere quale VPN funzionerà meglio. I servizi VPN a pagamento tendono ad essere più affidabili e includono più funzionalità di sicurezza. Servizi VPN affidabili saranno in anticipo sulla loro sicurezza, i loro punti di forza e di debolezza e la loro trasparenza rilasciando ad esempio audit di terze parti. Le funzionalità extra VPN includono lo split tunneling, l’accesso alla rete Tor o le connessioni multihop.

Una volta che le persone esaminano le funzionalità aggiuntive e trovano un servizio che pensano possa funzionare per loro, è una buona idea iniziare con un abbonamento a breve termine. Molti fornitori offrono anche prove gratuite delle loro versioni a pagamento. Alcune versioni di prova gratuite possono includere un limite alla quantità di dati che possono essere utilizzati.

Che cos’è un torrent?

Quando scarichi qualcosa da Internet, di solito fai clic su un pulsante di download e i file arrivano sul tuo computer come una manna dal cielo. Il torrenting funziona in modo diverso: invece di prendere un file da un singolo server e scaricarlo per intero direttamente, un torrent (chiamato anche “tracker”) spezzerà il file grande e lo suddivide in piccoli pezzi, chiamati “pacchetti”.

Questi pacchetti sono memorizzati su un server nella loro interezza (chiamato “seeder”), ma sono anche condivisi su una rete di computer che scaricano anch’essi lo stesso file di cui vuoi tu stesso effettuare il download.

Questi “peer” (o “leecher” in torrents) hanno tutti parti leggermente diverse dello stesso file. Il file torrent che hai scaricato tiene traccia di chi ha quale pacchetto e alterna la posizione da dove stai scaricando.

Ogni leecher funge da minuscolo mini-server. Ciò riduce significativamente il carico di rete complessivo e lo rende molto interessante per le persone che utilizzano una larghezza di banda limitata. Lo svantaggio è che mentre scarichi, effettui anche un upload, aumentando il carico sulla tua connessione Internet.

Di conseguenza, il processo di download è in media più lento rispetto a un download tradizionale diretto; generalmente è molto più lento all’inizio e poi inizia ad accelerare man mano che si procede con il suo avanzamento.

Questo ha a che fare con il fatto che la tua velocità di download e quella di upload sono collegate in una certa misura: più puoi contribuire al torrent, più puoi assorbire all’interno dello scambio.

Un altro fattore che rallenta i torrent è che la connessione di download è generalmente molto meno stabile, quindi aspettati di vedere più interruzioni di quelle a cui sei abituato con i download diretti. Se possiedi una connessione molto veloce, la differenza è trascurabile, ma le persone con connessioni più lente potrebbero sentirsi frustrate dai continui rallentamenti.

Rischi del torrenting

Ci sono pochissimi rischi associati all’effettivo processo di torrenting. Dal momento che lo stai scaricando da una rete di peer, le possibilità che un virus informatico faccia l’autostop sono inferiori rispetto ai download regolari tradizionali.

La community di torrent aiuta anche in questo, poiché la maggior parte delle persone lascerà commenti sotto un torrent che ti diranno se si tratta di un link buono o cattivo.

Tuttavia, vale la pena prestare attenzione ai troll che inseriscono file carichi di virus e ricorda che quando qualcosa sembra troppo bello per essere vero, di solito lo è. È meglio stare lontano da portali che non conosci e anche da torrent che non contengono commenti o potresti scoprire che il tuo computer è caduto vittima di criminali informatici o di uno scherzo particolarmente brutto.

Torrent e violazione dei diritti d’autore

Come abbiamo detto prima, il download di materiale protetto da copyright è illegale e la minaccia di essere citati in giudizio è probabilmente il rischio maggiore durante il torrenting. Gli attivisti antipirateria affermano che la violazione del copyright (per la maggior parte attraverso il torrenting) costa all’economia statunitense 250 miliardi di dollari all’anno e non si sdraiano.

Se tale cifra sia corretta è controverso, ma la repressione della violazione del copyright è sicuramente una realtà. Diversi Paesi hanno completamente chiuso l’accesso a siti di condivisione di file come The Pirate Bay e Kickass Torrents, mentre persone negli Stati Uniti sono state citate in giudizio per aver scaricato film illegalmente.

Il modo migliore per schivare quel particolare proiettile è interrompere il torrent o, più probabilmente, utilizzare una VPN per mascherare la tua impronta digitale. Abbiamo stilato all’interno di questo articolo una lista delle migliori VPN per il torrenting, ma se decidi di usarne una diversa sappi che non tutte le VPN sono uguali in questo senso.

Hai bisogno di una VPN che nasconda il percorso di download e caricamento, non solo i siti che visiti e preferibilmente abbia anche un kill switch, quindi non ti ritroverai a fare torrent su una connessione aperta quando il collegamento VPN cade. Anche il mascheramento DNS è un vantaggio utile, così come qualsiasi altra misura di sicurezza.

Come scaricare i torrent?

  1. Scarica e attiva una buona VPN

Il torrenting senza una VPN è una cattiva idea. Non ti consigliamo davvero di iniziare senza un qualche tipo di VPN in funzione, quindi scegli un buon fornitore di VPN prima di iniziare a scaricare torrent, soprattutto se vivi negli Stati Uniti, in Europa o in Canada. Sebbene gli ISP abbiano smesso di inviare notifiche sul copyright, è meglio prevenire che curare.

  1. Scegli il tuo client

Prima di trovare i torrent, è necessario disporre di un programma speciale per poter collegare seeders e leecher, chiamato “client”. Ci sono molte alternative tra cui scegliere, ma µTorrent, Transmission e BitTorrent sono i più popolari.

  1. Vai a un sito di torrent

Con uno dei client precedentemente citati installati e la tua VPN attiva e funzionante, ora puoi accedere a Internet e trovare un sito di torrent. Due dei più grandi siti sono The Pirate Bay e Kickass Torrents.

The Pirate Bay ha la maggior parte delle cose su di esso ed è abbastanza facile da cercare; come bonus la sua sezione commenti di solito ha più persone che dicono cose sul torrent che desideri, quindi potresti voler iniziare da lì.

  1. Cerca contenuto

Basta inserire ciò che vuoi trovare all’interno della barra di ricerca del portale che hai scelto di utilizzare e verrai portato ai relativi risultati.

Ti consigliamo di trovare un torrent “sano”, uno che abbia molti seeders e leecher, ma che non sia nemmeno troppo sproporzionato.

  1. Controlla i commenti

Leggi i commenti molto velocemente per assicurarti di non avere a che fare con una bufala, anche se ricorda che è ancora Internet, quindi i troll abbondano.

  1. Scarica il file Torrent

Una volta che sei soddisfatto, fai clic su “prendi questo torrent” e il gioco è fatto. The Pirate Bay utilizza collegamenti magnetici, quindi dopo aver fatto clic probabilmente sei a posto, ma se scegli Kickass Torrents dovrai trovare il file torrent tracker scaricato e aprirlo manualmente. In ogni caso, non resta che attendere il termine del download.

Le 5 migliori VPN per proteggersi durante il torrenting

 Qui di seguito elencheremo le 5 migliori VPN torrent che noi consigliamo di  utilizzare per scaricare torrent in modo completamente sicuro. 

NordVPN

nordvpn it

NordVPN Torrent è un buon provider che possiede più di 5000 server disponibili in tutto il mondo, regalando agli utenti davvero delle buone prestazioni sui siti di torrent e un customer care sempre pronto e sempre disponibile nel caso in cui si riscontrassero dei problemi. Anche i suoi prezzi sono davvero molto vantaggiosi e si tratta di un’ottima VPN per scaricare torrent.

Visita il sito web di NordVPN

ExpressVPN

expressvpn it

Questo provider è anch’esso molto valido per scaricare torrent da siti come The Pirate Bay. Vi è sempre un buon rapporto qualità prezzo che fa da concorrenza al primo provider da noi recensito. ExpressVPN torrent ha disponibili più di 3000 server nel mondo, qualcosina in meno del precedente, ma sempre molto validi. La velocità di download della sua connessione è media, qualcosa che sia giusto per accontentarsi. Inoltre, adotta una rigida politica no log non salvando i dati personali e di navigazione (attività online) dei propri utenti. È presente, infine, la funzione di kill switch che interrompe automaticamente la connessione a Internet nel caso venga perso il collegamento con la rete VPN.

Visita il sito web di ExpressVPN

Private Internet Access (PIA)

pia it

Anche PIA può essere una buona alternativa per il torrenting scaricando da un client torrent, in quanto è un provider davvero molto sicuro e adatto praticamente a qualsiasi tipo di attività. PIA, come i precedenti provider, adotta anch’esso una politica no log per i dati personali dei propri utenti.

Visita il sito web di PIA

CyberGhost

cyberghost it

Ora entriamo nel top delle VPN torrent (anche per torrent tracker) da utilizzare se si vuole ottenere il massimo dai siti di torrent. CyberGhost offre davvero una velocità alta di connessione ad internet (che è fondamentale in quanto i torrent sono spesso file di grandi dimensioni), con dei prezzi davvero molto bassi. La qualità di questo provider è molto alta. CyberGhost VPN torrent possiede oltre 6600 server in tutto il mondo, e sono presenti anche server P2P specificamente ottimizzati per il torrenting e i client torrent.

Visita il sito web di CyberGhost

Surfshark

surfshark it

Anche questo provider è davvero molto affidabile con prestazioni di connettività molto alte in confronto alle prime soluzioni elencate. Surfshark ha più di 3200 server sparsi per il Mondo, e inoltre anche lui consente il torrenting su server specifici per il torrent. Ha la possibilità inoltre di utilizzare una serie di connessioni simultanee illimitate. Il suo prezzo è anch’esso molto ragionevole sulla base del rapporto qualità-prezzo.

Visita il sito web di Surfshark

VPNProContro
NordVPN1. Economico
2. Numero di server disponibili 5460
3. Server offuscati
Velocità connessione media
ExpressVPN1. Economico
2. Server offuscati
Velocità di connessione media
PIA1. Economico
2. Numero di server disponibili 29890
3. Server P2P ottimizzati per il torrenting
4. Server di streaming ottimizzati
Possibilità di connettere oslo 10 dispositivi in modo simultaneo
Cyberghost1. Economico
2. Numero di server disponibili 6600
3. Server P2P ottimizzati per il torrenting
4. Server di streaming ottimizzati
Tunneling non diviso
SurfShark1. Economico
2. Sblocca Netflix Usa e streaming
3. Connessioni simultanee illimitate
il torrenting è disponibile solo su alcuni server e non su tutti

VPN da non usare durante il torrenting

Nonostante il grande numero di provider di rete virtuale in circolazione oggi, tuttavia ci sono alcune VPN che non sono molto adatte per il torrenting (e nemmeno per la connessione a wi fi pubblici) ed è giusto che noi vi mettessimo a conoscenza di quali VPN non sono proprio così buone per scaricare file torrent.

HolaVPN

hola it

Questo provider offre una connessione VPN gratuita. Essa sovrappone il routing HTTP che va ad introdurre nel suo software utente e nella sua rete di server. Hola VPN non consente proprio il potere del torrenting e nemmeno lo sblocco di netflix o altri servizi di streaming. Alla luce di ciò vi sconsigliamo altamente il suo utilizzo.

TurboVPN

turbo vpn it

Questa è una VPN cinese che sconsigliamo vivamente l’utilizzo, in quanto non possiede nemmeno il kill switch. Anch’essa è VPN gratuita, ma non molto affidabile da utilizzare, inoltre anche qui non è permesso scaricare file di torrent.

BroVPN

bro vpn it

Non ci sono molte recensioni al riguardo di questo provider, ma quelle poche persone che lo hanno utilizzato non si sono trovate molto bene. Anche qui il torrenting e lo scaricamento di file torrent non è concesso e la connessione tra l’altro non è delle migliori. Anch’essa è una VPN gratis, ma come avete potuto notare, le VPN gratuite non sono la miglior scelta da compiere in termini di sicurezza e qualità del servizio.

Come installare una VPN per il torrenting

  • Prendiamo come esempio di provider ExpressVPN. Per poter installare questa VPN inizialmente bisogna aprire la mail di benvenuto che si riceve una volta acquistato il servizio di ExpressVPN. Successivamente dobbiamo cliccare su “Installa Express VPN”.

expressvpn it 1

  • Riceverai, successivamente, il tuo codice di attivazione che ti servirà dopo per poter utilizzare ExpressVPN sul tuo PC. Quindi salvati quel codice.

expressvpn it 2

  • Per installare l’applicazione trova il file sul tuo computer e fai doppio clic sul file che hai in precedenza scaricato dal sito di ExpressVPN.

expressvpn it 3

  • Se dopo viene visualizzato il messaggio per poter installare l’app, puoi fare clic su Installa per continuare.
  • Successivamente attendi che l’installazione venga completata sul tuo PC.
  • Appena viene richiesto, clicca su Accedi e incolla il tuo codice di attivazione, ovvero il codice che hai ricevuto prima.

expressvpn it 4

  • Ed il gioco è fatto! Finalmente ExpressVPN è installato sul tuo PC e puoi utilizzarlo quando vuoi (anche per scaricare file torrent), e i tuoi dati saranno finalmente protetti da qualsiasi malintenzionato.

Leggi tutto:

FAQs

Qual è la migliore posizione del server per il traffico Torrent e P2P?

Devi assicurarti di essere sicuro di scegliere una posizione del server VPN in un Ppaese in cui non è illegale usare torrent, come la Svizzera, la Spagna, la Polonia, i Paesi Bassi e il Canada.

In Portogallo, Italia, Malesia, Cina, Stati Uniti, Australia, Russia, Sudafrica e Lettonia sono bloccati Torrents. Evita, quindi, una connessione a server situati in questi paesi. Assicurati sempre di utilizzare un provider VPN che tenga traccia di una riga di disconnessione del log in modo che il traffico web non possa essere trasmesso a terzi.

Fondamentalmente, quando si utilizza una VPN, è necessario utilizzare sempre una posizione server più vicina alla tua posizione fisica in cui sei effettivamente disponibile. Quindi se vivi nel sud della Germania e vuoi usare Torrents, la Svizzera è la più vicina. A ovest della Repubblica federale, questo sarebbe i Paesi Bassi e l’Est Polonia. Se si desidera utilizzare un server VPN di un altro continente come gli Stati Uniti o il Canada, è necessario utilizzare un server sulla costa orientale del Paese, poiché è più vicino alla tua posizione fisica.

Quale VPN gratuito è il migliore per il torrent?
È sicuro il file sharing di Torrent in Italia?
Come faccio a scaricare i torrent senza che il mio ISP lo sappia?
Come faccio a scaricare i torrent con una VPN?
Come faccio a trasmettere in streaming i torrent?
Come faccio a rendere più veloci i torrent?

Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.