VPN per router: come installarla? Una guida completa

Raspberry Pi photo

Dallo smart working alla semplice visione del tuo programma preferito su una smart TV, la possibilità di subire un attacco informatico da parte di un consumatore medio è tre o quattro volte superiore rispetto a quando la maggior parte di noi aveva a disposizione un solo PC. Non è solo una preoccupazione, è anche un carico di lavoro maggiore poiché dovrai installare un software di protezione su tutti quei dispositivi. Anche se è inevitabile installare un sistema di protezione antivirus su ciascun dispositivo, è possibile almeno rendere tutto più semplice installando una VPN router che risiederà direttamente sul modulo di connessione.

All’interno di questa guida vedremo inizialmente quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di una VPN installata su un router, analizzandoli a uno a uno nel dettaglio. Successivamente ti darò qualche consiglio su come scegliere un provider VPN per router al meglio consigliandoti quelli che ritengo migliori. Per concludere, vedremo come configurare una VPN su un router.

Vantaggi e svantaggi di utilizzare un router con una VPN

Vantaggi

Svantaggi

  • Protezione dell’intera rete
  • Protezione dei dispositivi che non supportano VPN
  • Collegamento di più dispositivi
  • Gestire le tue impostazioni VPN è più difficile
  • La crittografia e i protocolli disponibili dipendono dal router
  • Il traffico scambiato tra un dispositivo e il router non è criptato

Analizziamo più nel dettaglio i vantaggi dell’utilizzo di un router con una VPN.

Protezione sempre attiva

Installando una VPN direttamente sul router, avrai la certezza di essere sempre connesso al server della rete virtuale. Non potrai dimenticarti di attivare la protezione perché essa sarà attiva automaticamente mentre il router è in funzione. Se uno qualsiasi dei tuoi dispositivi dovesse avviare connessioni automatiche, come gli aggiornamenti del saldo del conto per un’app di finanza personale, potrai stare tranquillo in quanto sarai protetto anche mentre stai dormendo.

Sicurezza domestica completa

Quella connessione al VPN server router sempre attiva si applicherà a tutti i dispositivi collegati al router di casa. La protezione coprirà qualsiasi nuovo dispositivo senza la necessità di alcuna configurazione aggiuntiva e proteggerà anche i tuoi ospiti quando ti fanno visita e chiedono la tua password WiFi.

Protezione dei dispositivi che non supportano le VPN

Esistono molti dispositivi connessi al WiFi che non supportano la copertura VPN in autonomia, ma potrebbero sicuramente trarne vantaggio. La protezione è sempre attiva, indipendentemente dal tipo di dispositivo che utilizzi.

Collegamento di più dispositivi

I provider VPN solitamente permettono di connettere simultaneamente alla rete virtuale un numero limitato di dispositivi, ma sapevi che un router con attiva la VPN è contato come un singolo dispositivo? Se possiedi più dispositivi collegati contemporaneamente tramite Wifi, come ad esempio laptop, smartphone e computer fisso, tecnicamente figureranno come un solo dispositivo connesso alla rete. È bene non abusare di questa funzione in quanto la velocità e la stabilità della connessione potrebbero risentirne, ma è comunque un modo molto semplice per aumentare il numero di dispositivi inclusi all’interno del tuo abbonamento al provider VPN.

Passiamo ora, invece, agli svantaggi:

Gestire le tue impostazioni VPN è più difficile

Poiché il tuo router non possiede una propria interfaccia utente (a parte pochi semplici pulsanti), dovrai accedervi tramite un altro dispositivo per regolare le impostazioni, solitamente dovrai farlo tramite il browser di un computer. Attivare e disattivare il collegamento alla rete virtuale o cambiare il paese a cui risulti connesso, è possibile attraverso le impostazioni del router, ma è comunque un’operazione più difficile rispetto ad utilizzare direttamente l’applicazione del fornitore VPN.

Potenza di calcolo e il tipo di crittografia dipendono dal router

Molti dei router in commercio non possiedono la potenza di calcolo per eseguire qualcosa di più complesso della crittografia o dei protocolli di tunneling standard. Potresti, quindi, dover eseguire l’aggiornamento a un router VPN più performante che supporti protocolli più sicuri.

Blocco di alcune connessioni in entrata

Una VPN è progettata per bloccare le connessioni non autorizzate in entrata. Potresti, quindi, impiegare più tempo ad avviare le connessioni utilizzando il tuo laptop, computer desktop o smartphone. I tuoi dispositivi meno accessibili, come il router, rimarranno probabilmente irraggiungibili dall’esterno poiché non sono in grado di avviare connessioni. Tuttavia, questo non si applica ai processi automatizzati presenti all’interno dei dispositivi stessi, cioè il tuo computer continuerà a ricevere e-mail e notifiche normalmente senza riscontrare alcuna problematica.

Traffico tra i dispositivi e il router non è criptato

Poiché la crittografia viene eseguita sul traffico che parte dal router, la comunicazione tra un dispositivo e il modulo di connessione non sarà criptata. Questo non dovrebbe essere un grosso problema, se i dispositivi che utilizzi abitualmente sono sicuri e fidati, ma potrebbe esserlo se estranei casuali riescano a connettersi alla tua rete.

Come scegliere una VPN per router?

La scelta del provider VPN più adatto alle proprie esigenze è molto importante così come la selezione di un router idoneo a tale uso.

Le caratteristiche principali da tenere bene a mente durante la scelta del fornitore di rete privata virtuale per router ideale sono: velocità, affidabilità e privacy.

Siccome tutte le comunicazioni verso Internet passeranno attraverso la combinazione di VPN e router, è necessario assicurarsi che la connessione sia abbastanza potente e veloce da sostenere le attività che si svolgono quotidianamente online: dalla classica navigazione di pagine fino allo streaming video per guardare le serie tv o il gaming online.

Se vuoi sbloccare dei contenuti geo bloccati e, quindi, assicurarti di poter accedere ai tuoi siti di streaming e servizi online preferiti in qualunque momento, è importante controllare che il fornitore scelto disponga di molti server sparsi in diversi Paesi del mondo.

Allo scopo di proteggere la tua privacy, dovresti scegliere un provider VPN che adotti una politica di no-log. Le prestazioni sono un aspetto molto importante, ma lo deve essere anche il fattore sicurezza che rappresenta il motivo primario per cui gli utenti ricercano un servizio VPN.

In ultimo, è bene ricercare alcune caratteristiche destinate proprio alla connessione dei router ad una rete privata virtuale, come, ad esempio, la presenza di manuali e tutorial di configurazione approfonditi.

Quali sono le migliori VPN per router?

Come configurare una VPN su un router?

Ancora prima di iniziare a configurare la VPN su un router, bisogna assicurarsi di disporre di un dispositivo per la connessione compatibile con tale configurazione in quanto non tutti i router lo sono per default.

Per avere più informazioni riguardo alla compatibilità del proprio dispositivo, consiglio di controllare il manuale fornito dal produttore assieme all’acquisto del router. Se non lo hai ricevuto o l’hai smarrito, dovresti poter recuperare tali informazioni tramite il sito internet del marchio del dispositivo, oppure puoi provare a cercare il nome del tuo router unito alla parola chiave “Compatibilità VPN” all’interno del motore di ricerca. Nel caso in cui, invece, sei in procinto di acquistare un nuovo router, in questo caso è bene controllare che esso sia adatto ad essere configurato con una rete virtuale prima di procedere con l’acquisto.

Se stai cercando un router domestico che supporti una VPN, ecco alcuni suggerimenti:

  • Linksys WRT 3200 ACM
  • Asus RT-AC86U
  • Teltonika RUTX11
  • Netgear Nighthawk X10 AD7200
  • TP-Link Archer C5400

Per configurare una VPN on router per prima cosa, quindi, assicurati di avere a disposizione un dispositivo compatibile e successivamente seleziona un provider VPN che supporti le connessioni tramite router vpn client, come Express VPN router.

Le specifiche per l’installazione della VPN su un router varieranno a seconda delle marche e modelli dei dispositivi, ma i passaggi generali sono i seguenti:

1. Accedi al tuo router

Se vuoi configurare un router VPN, inizia accedendo al tuo router e regolandone le impostazioni.

Per la maggior parte dei router, dovrai inserire il suo indirizzo IP nella barra di ricerca del browser e accedervi. Se non hai mai effettuato l’accesso alle impostazioni del tuo router, questa sarebbe una grande opportunità per cambiare anche la tua password perché molti router vengono spediti con password predefinite di fabbrica che sono super facili da hackerare!

2. Configura il tuo router

I passaggi da eseguire per configurare il router vpn server dipenderanno interamente dal firmware installato. Alcuni router, come molti di quelli offerti da Asus, hanno funzionalità VPN integrate. Per altri, dovrai riconfigurare le loro impostazioni per reindirizzare il loro traffico verso un server VPN. Ancora una volta, il posto migliore per trovare istruzioni specifiche per il tuo router specifico sarà il manuale o il sito web del produttore del dispositivo.

3. Esegui un test

Una volta completato il processo di configurazione per il tuo router VPN, provalo per vedere se la connessione funziona.

Conclusione

Utilizzando una VPN per router e configurandola nel modo corretto, potrai proteggere tutti i dispositivi che hai in casa anche quelli che, per default, non supportano una connessione VPN. Con tale configurazione potrai stare tranquillo in quanto le tue informazioni e i tuoi dati personali saranno certamente protetti dai malintenzionati.

Articoli correlati:

Commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *